Senza categoria

Calendario dell’Avvento fai da te

Il Calendario dell’Avvento segna l’arrivo del Natale e da qualche anno a questa parte è diventato un’usanza che piace molto a grandi e piccini anche qui in Italia.
In questo articolo vi racconto le sue origini e vi mostro alcuni modi che mi sono piaciuti di più per realizzare un Calendario dell’Avvento bello ed originale.

Le Origini del Calendario dell’Avvento

Il Calendario dell’Avvento ha origine nei freddi paesi del Nord Europa.

Ma come sarebbe nata questa usanza? La storia narra che i primi anni del 1900, un bimbo tedesco di nome Gherard Lang fosse sempre impaziente di festeggiare il Natale e, come credo facciano un po’ tutti i bambini del mondo (mia figlia per prima), chiedesse ogni giorno alla sua mamma: “Quando arriva Natale? Mancano ancora molti giorni?”

Stanca di sentire ogni giorno la stessa domanda, la mamma del piccolo Gherard decise di preparare dei biscotti speziati e di dividerli in 24 sacchetti. Spiegò poi a suo figlio che gli avrebbe dato un biscotto al giorno, dal 1 dicembre fino al 24, in modo che avrebbe potuto scandire facilmente i giorni che mancavano alla vigilia di Natale.

Fu un’idea talmente apprezzata dal piccolo, che la sua mamma decise di rifarlo ogni anno, trasformandola così in una tradizione di famiglia.

Una volta diventato grande, Gherard rielaborò l’idea della sua mamma realizzando il primo Calendario dell’Avvento. Stampò un cartellone con 24 finestre in cui le mamme avrebbero potuto mettere i biscotti, ma anche caramelle, cioccolata e dolci così che tutti i bambini avrebbero potuto tenere il tempo fino a Natale come faceva lui da piccolo.

Voi la conoscevate questa storia? Io l’ho scoperta solo ora e l’ho raccontata alla mia bimba che ne è rimasta entusiasta.

Lo scorso anno girando per negozi, ho trovato questo bellissimo e classico Calendario dell’Avvento, stampato su cartone con 24 finestrelle, contenenti ciascuna un cioccolatino con sopra in rilievo un disegno diverso come campane, macchinine e pecorelle.

Quest’ anno sono riuscita a realizzarne uno io. Ho trovato delle bellissime scatoline natalizie e, vista la passione di mia figlia per il disegno, ho inserito in ognuna delle decorazioni, timbrini, paper punch, mini washi tape con un cioccolatino, caramella o marshmallow. Piccoli pensierini con cui divertirci insieme aspettando l’arrivo del Natale.

calendario dell'avvento

Una volta preparati tutti i regalini, ho disposto gli scatolini a forma di albero, aggiungendone uno più grande come puntale. Per i numeri, avevo delle mollettine numerate a cuoricino, ma avrei potuto utilizzare anche dei cartellini. Infine, per dare un pò di scintillio, mi sono divertita a girargli intorno un filo di luci, proprio come fosse un vero albero di Natale.

Vi Piace? Voi lo avete fatto? Siete ancora in tempo a prepararne uno, di seguito vi mostro 5 calendari dell’avvento che ho trovato su internet e che mi sono piaciuti particolarmente. Per ognuno c’è il link all’articolo originale con tutta la spiegazione per realizzarli. Buon divertimento!

5 modi per realizzare un Calendario dell’Avvento fai da te

Ecco i Calendari dell’Avvento che ho trovato in rete e che mi sono piaciuti di più, sono tutti estremamente facili da realizzare, ma davvero molto belli. Sono sicura che se avete bimbi in casa saranno davvero apprezzati.

1 – Calendario dell’Avvento Lanterne fatte di carta colorata

Partiamo da questo Filo di Lampadine Colorate realizzato con del semplice filo e cartoncini dei colori che preferite. Sul sito di Diyideas.ru troverete le foto passo passo per la creazione di questo progetto e il cartamodello da ritagliare per creare la lampadina.

Anche se il sito è in russo è perfettamente comprensibile il procedimento, vi basterà guardare le foto.

Trovate tutto al link Diy Ideas .

2 – Calendario dell’Avvento Scarpiera di Barbara Gulienetti

Passiamo adesso ad un Calendario dell’Avvento un bel po’ più grande, realizzato dalla fantastica Barbara Gulienetti. Io l’adoro, credo di sapere a memoria tutte le puntate di Paint Your Life. In questo caso avrete bisogno di una scarpiera di stoffa con 24 tasche, pennarello indelebile, matita, tampone tondo, mascherino con numeri per stencil, nastro scozzese, spillatrice, pennello, colori acrilici, tazza e forbici.

Se cliccate sulla foto o sul link Come Fare con Barbara, vi ritroverete nella pagina in cui c’è tutta la spiegazione e addirittura un video tutorial di Barbara che vi spiegherà alla perfezione come fare.

3 – Calendario dell’Avvento con Stampo Muffin

Per me che sono amante della cucina questo Calendario dell’Avvento realizzato con una teglia dei muffin è a dir poco stupendo.

Vi occorrerà:

  • una teglia da 24 muffin
  • cartoncini colorati
  • nastro biadesivo
  • pennarelli
  • forbici
  • un nastro da pacchi
  • un bicchiere

In ogni stampino potrete inserire il vostro dolcetto o regalino.

Cliccando sulla foto o sul link The House of Blog troverete tutta la spiegazione.

 

 

 

4 – Calendario dell’Avvento Boxes

Questo invece è un Calendario dell’Avvento davvero molto coreografico.

Sul sito Powerful Mothering troverete i file da stampare per realizzare queste scatole con sopra la stampa delle varie parti per comporre l’albero. Secondo me questa è un’idea davvero divertente da comporre con i piccoli di casa perché è come se fosse un mega puzzle 3d.

5 – Calendario dell’Avvento Villaggio di Natale

Per ultimo, ma non per importanza, voglio mostrarvi un Calendario dell’Avvento per gli amanti del riciclo. Con tutti gli sprechi che facciamo ogni giorno, soprattutto nel periodo delle festività natalizie è bello magari porre l’attenzione ad una tematica così importante e contribuire a non inquinare ulteriormente la nostra amata Terra. Per realizzare questo Calendario dell’Avvento Riciclato bisogna anticiparsi un po’ e mettere da parte, man mano che li consumiamo, i cartoni di latte, succhi di frutta e quant’altro possa essere riutilizzato per realizzarlo. Ovviamente ne saranno necessari 24, ma l’idea è stupenda e di grande effetto perché questo paesaggio innevato di notte si riempie di luci e crea una magnifica atmosfera natalizia in casa. Sul sito A Sunday Morning With  troverete, oltre a tutto il procedimento, un file da scaricare con le etichette numerate da incollare sulle varie casette.


Spero di avervi dato degli spunti carini per realizzare il vostro calendario dell’avvento. Vi ricordo che qui sul blog potete trovare tanti contenuti da scaricare gratis e stampare per divertirvi insieme ai vostri bimbi e rendere questo Natale ancora più speciale.

Trovate tante idee nella sezione Natale  e a questo link la Lettera a Babbo Natale da colorare.

Christmas is coming!

Patate Lesse – come pelarle velocemente

Patate lesse – è possibile pelarle velocemente?

Patate LessePelare le patate lesse, che siano poche o in quantità industriali, è pur sempre un’operazione noiosa e odiata anche da chi adora cucinare (me compresa).

Vi propongo quindi un metodo veloce e super facile per semplificarvi la vita in cucina.

E’ un metodo che mi ha fatto conoscere una cara amica. Prima di proporvelo l’ho provato e in fondo all’articolo troverete il video tutorial in cui vi mostro tutto il procedimento.


Occorrente:

  • patate
  • coltello
  • pentola

Preparazione:

Iniziate col lavare accuratamente le patate sotto acqua corrente fredda per eliminare tutto il terriccio e le impurità.

Praticate una leggera incisione lungo tutta la circonferenza delle vostre patate. Fondamentale è incidere solo la buccia, evitando che il coltello penetri in profondità quindi nella polpa. L’ideale sarebbe avere a disposizione delle patate dalla forma il più possibile regolare. Cercando di evitare le patate che presentano incavi scuri sulla superficie, perché questi renderebbero più difficoltoso il perfetto funzionamento del metodo che vi spiegherò per pelarle.

A questo punto immergetele in una pentola piena d’acqua fredda.

Accendete la fiamma al minimo e attendete che l’acqua cominci a bollire. Fate cuocere le patate per circa 30-40 minuti. Ovviamente il tempo di cottura varierà a seconda della dimensione delle patate. Per verificare lo stato di cottura, basterà infilzare una patata con uno stuzzicadenti che dovrà penetrare senza fatica fino al centro.

Una volta bollite, scolatele e fatele raffreddare. Magari immergendole per qualche secondo in acqua fredda, il tempo necessario per far raffreddare la buccia e non la polpa.

A questo punto non vi resterà altro che prendere la patata alle due estremità e tirare via la buccia.

In questo modo pulire le patate lesse e quindi bollenti sarà un gioco da ragazzi. Provare per credere!

Mammainpasta è anche su youtube, iscrivetevi al mio canale per essere sempre aggiornati sui miei video! Mamma InPasta

mammainpasta youtube - video patate lesse